Pensili della cucina: tutte le misure

Pensili della cucina: tutte le misure

Tra i mobili della cucina gli elementi pensili sono un contenimento fondamentale, per sfruttare gli spazi e avere a portata di mano utensili, stoviglie e dispensa.

Lo spazio sopra al piano di lavoro infatti vale la pena impiegarlo inserendo una serie di mobili appesi, che vanno ovviamente coordinati esteticamente con le basi.

Se ci troviamo a progettare una cucina completa di pensili è importante conoscere quali sono le misure di questi fondamentali elementi d’arredo che verranno appesi sulla parete sopra al piano di lavoro.

Pensili modulari o su misura

misure dei pensili Stosa

Per prima cosa nell’arredare una cucina bisogna tener conto delle dimensioni della parete e scegliere di conseguenza disposizione e misure dei mobili. I pensili in questo vanno di pari passo alle basi.

Nel pensare alle misure dei mobili da cucina ci sono due esigenze:

  • Avere dimensioni standard, in modo da contenere i costi: i mobili a misura sono in genere costosi, mentre scegliendo pensili di dimensione standard si può risparmiare.
  • Avere personalizzazione. Personalizzare le misure significa poter arredare al centimetro e quindi sfruttare ogni spazio.

Per questo motivo i mobili per le cucine vengono pensati componibili, dando la possibilità di scegliere tra diverse dimensioni. Anche i pensili sono proposti di diverse misure secondo una modularità. Resta comunque sempre possibile far realizzare un mobiletto su misura.

La modularità dei pensili

La modularità nelle cucine componibili è importante. Stosa propone mobili pensili in diverse altezze (da 24 cm a 120 cm) e larghezze (da 15 a 120 cm).

Mettendo insieme i vari elementi è possibile comporre un’infinità di misure differenti, arrivando ad arredare alla perfezione ogni parete senza bisogno di fare elementi a misura.

Pensili su misura

Anche se gran parte delle esigenze di progetto si risolvono con mobili standard è sempre possibile creare pensili su misura, sia in altezza che in larghezza, per risolvere spazi particolari.

Larghezza dei pensili

I mobili pensili della cucina si possono fare di diversa dimensione.

Una tipica modularità in larghezza è di 30, 45, 60, 90, 120 cm, dove il pensile da 90 e quello da 120 si fanno a due ante, mentre gli altri ad anta singola.

A volte si fanno anche pensili larghi 15 cm, eccessivamente stretti per essere pratici ma utili a risolvere alcune dimensioni in cucine molto piccole.

Resta comunque sempre possibile far realizzare un mobiletto su misura.

Il pensile cappa invece ha una misura definita, che può essere di 60 cm per la cappa a scomparsa, di più per cappa a camino a vista, tipica delle cucine classiche. Anche il pensile scolapiatti può essere meno flessibile e farlo di meno di 45 cm ha poco senso nell’uso.

pensili laccati da cucina

Profondità dei pensili

Il pensile è un mobiletto appeso al muro, pensato per essere riempito di cose, anche piuttosto pesanti (stoviglie, confezioni di generi alimentari).

Per garantire che sia stabile un pensile non può essere troppo profondo, per cui viene realizzato in genere tra i 30 e i 35 cm, massimo 45 cm.

Mobili appesi troppo profondi darebbero problemi nell’attacco al muro a lungo andare, oltre a togliere luce e comodità al piano di lavoro. Mentre pensili profondi meno di 30 cm sarebbero troppo poco contenitivi.

Altezza dei pensili

L’altezza può variare in base all’altezza della stanza, anche se fare pensili troppo alti può non essere comodo, in quanto i vani superiori necessitano poi di una scala per essere accessibili.

Se ci sono mobili a colonna l’altezza del pensile dovrebbe allinearsi ad essi, per ragioni estetiche.

Una misura media di altezza del pensile è tra i 90 e i 120 cm, nelle cucine moderne a volte si fanno pensili più bassi per un design più essenziale e leggero.

Si possono creare anche pensili molto bassi, ad esempio 24 cm, quando la misura di larghezza è nettamente superiore a quella di altezza si fanno mobili a due ante, oppure si pensa a un’apertura vasistas, che ha un meccanismo di ribalta a pistone che la porta verso l’alto.

Anche per quanto riguarda la misura di altezza i pensili da cucina Stosa sono modulari, proponendo diverse possibili opzioni.

A che altezza vanno appesi i pensili

anta a vetrinetta vasistas

L’altezza a cui appendere i pensili della cucina deve essere regolata in modo da garantire praticità d’uso. I fattori in gioco sono due contrapposti:

  • Bisogna garantire uno spazio sufficiente tra il piano di lavoro e il pensile, in modo che si riesca a cucinare comodamente, senza picchiare la testa contro i mobili appesi.
  • Bisogna cercare di mettere i pensili più in basso possibile, in modo che sia comodo prendere le cose contenute al loro interno.

In genere il top della cucina si trova a circa 90 cm da terra, calcolando zoccolo, altezza del mobile base e spessore del piano. A questa misura vanno lasciati almeno 50 cm di spazio libero, che è una buona dimensione per dare agio a chi cucina. Da qui parte l’altezza del pensile, che può essere circa 100/120 cm.

In questo caso avremo quindi pensili appesi a 250 cm da terra (nel loro punto più alto), con 140 cm da terra come punto più basso.

Quanto sono larghi i moduli pensili?

Nelle cucine componibili sono disponibili diverse misure di larghezza per i pensili. Una tipica modularità in larghezza è di 30, 45, 60, 90, 120 cm.

Qual è l’altezza dei pensili?

I pensili della cucina si possono fare in varie misure di altezza, mediamente sono tra i 90 e i 120 cm.

Qual è la profondità dei pensili?

Indicativamente questi moduli sono profondi dai 30 ai 35 cm.

Lascia un commento